Continuità Territoriale per i siciliani: c’è il decreto. A Roma con 38 euro

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in conformità con l’esito della Conferenza di Servizi, ha firmato il decreto ministeriale per imporre gli oneri di servizio pubblico su alcune rotte da e per gli aeroporti di Trapani e Comiso.

Il decreto è necessario per assicurare la continuità territoriale aerea siciliana attraverso servizi aerei che siano adeguati, regolari, continuativi e da svolgersi con voli di linea. Gli oneri di servizio diventeranno obbligatori dal 29 marzo 2020.

In particolare saranno soggette a oneri di servizio pubblico le rotte da Comiso a Roma Fiumicino e Milano Linate e viceversa, da Trapani a Trieste, Brindisi, Parma, Ancona, Perugia e Napoli e viceversa.

Per fare alcuni esempi, i siciliani potranno viaggiare da Comiso a Roma con una tariffa massima di 38 euro oppure da Comiso a Milano con tariffa massima di 50 euro. Il costo rimane identico anche per la tratta di ritorno”

Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza frequenze minime, orari e un numero minimo di posti. Il decreto prevede anche le tariffe massime da applicare per tutto l’anno su ciascuna rotta onerata, sia per i residenti in Sicilia che per i non residenti.

In questa vicenda – affermano i deputati – il Movimento 5 Stelle, sia regionale che nazionale, sta dimostrando tutta la sua caparbietà per portar a casa quello che è uno degli obiettivi di sempre del Movimento, cioè il diritto alla mobilità dei siciliani che devono sentirsi isolani e non isolati. E tutto questo anche a dispetto dei ritardi e delle omissioni del governo regionale che in questa vicenda finora non ha certo brillato. Un risultato raggiunto in poco tempo: da quando il sottosegretario Michele Dell’Orco è venuto in commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Ars, a giugno dello scorso anno, subito il Governo nazionale ha dato risposte fattive e concrete”.

Per assicurare la continuità territoriale da e per gli aeroporti di Comiso e Trapani si è stimato un fabbisogno finanziario massimo complessivo di 48.373.020,30 euro, di cui 31,057 milioni di euro a carico dello Stato e 17,315 milioni a carico della Regione Siciliana.

Related Post

thumbnail
hover

Andrea Camilleri è Morto, addio al...

Lo scrittore era da tempo ricoverato all’ospedale Santo Spirito Il grande Maestro Andrea Camilleri è morto stamani a 93 anni all̵...

thumbnail
hover

Il Veliero Amerigo Vespucci arriva a...

La nave scuola Amerigo Vespucci farà sosta a Catania dopo un’assenza di 9 anni. Il 13 giugno alle 11 il comandante del veliero, Capitano ...

thumbnail
hover

Caldo al Sud: picchi fino a...

Caldo al Sud, temperature in calo al Nord. Le previsioni meteo dei prossimi giorni dividono in due tronconi l’Italia perché la penisola s...

Leave us a comment