La cultura dell’ “Arrusti e mangia” a Catania

E’ ormai un fatto risaputo: è un caposaldo della cultura gastronomica locale e una delle colonne portanti dello street food made in Sicily. Una meraviglia culinaria che rappresenta pienamente Catania.

Si tratta dell’esperienza gastronomica più caratteristica che si possa fare.

A Catania esistono moltissimi posti dove potersi dedicare al tipico “arrusti e mangia” e dove poter quindi assaporare la carne arrostita alla brace e consumarla al volo.

Sul ciglio delle strade cittadine vengono cotti sotto gli occhi di tutti diversi tagli di carne che poi serviranno per imbottire succulenti panini. Il cliente sceglie il pezzo di carne dal bancone e il gestore lo mette a cuocere. Si può scegliere la semplice fettina di carne bovina, la salsiccia, per poi passare ad involtini di ogni tipo e gusto sino alla regina della carne, quella equina. I più golosi arricchiscono i loro panini con vari ingredienti, molti altri invece preferiscono godere del sapore unico e semplice della carne.

Per il catanese “doc” il panino è solo con carne di cavallo, meglio ancora con le polpette avvolte nelle foglie di limone grazie alle quali si riempiono di un aroma che sa di Sicilia e di Mediterraneo. E proprio loro, i catanesi, sono li seduti ai tavoli, con il loro panino in mano che gustano morso dopo morso.

Nel rione di Via Plebiscito si possono trovare numerosissime botteghe con i caratteristici bracieri dove viene arrostita la carne. Il fumo inebria l’intera zona in qualsiasi ora del giorno, persino la mattina! I locali sono molto frequentati sia la sera che durante il giorno. A pranzo, infatti, molto spesso gli studenti  ad esempio della vicina facoltà di Lettere e Filosofia decidono di assaporare il gusto di un buon panino della tradizione siciliana.

Il segreto? Il “salmoriglio” che viene messo non solo sulla carne ma anche sulla griglia stessa.

Oltre a via Plebiscito, e in particolare Via Lago di Nicito dove la fanno da padroni “Achille” , “Il Tenerissimo” e “Carlo V”, esistono moltissime altre zone a Catania che si prestano a questo tipo di cucina. Molte locande, anche a conduzione familiare, sono ad esempio nella zona del Castello Ursino o del Teatro Massimo.

La cultura della carne di cavallo a Catania lascia sbalorditi i turisti che vengono presto rapiti da tutto questo e che si aggregano ai catanesi sedendosi ai tavoli e scegliendo il panino da mangiare in pochi attimi.

Fonte: vivict.it

Attachments

Related Post

thumbnail
hover

Prostituzione: deputato Figuccia, con regole darebbe...

(ANSA)  – “In Sicilia le città, soprattutto quelle metropolitane, sono diventate luoghi dove la criminalità organizzata sfrut...

thumbnail
hover

La Sicilia nella top ten delle...

Se in Italia si registra una crescita del 13% in cinque anni, con la presenza di 7300 ‘oasi del vino’ lungo tutta la penisola, in Sicili...

thumbnail
hover

Boom di portaborse e collaboratori in...

A Boom di portaborse e collaboratori per i deputati dell’Assemblea siciliana nell’ultimo anno della scorsa legislatura. Nonostante l’a...

Lascia un commento